Facciamolo
Scarica ora
Iscriviti

Come giocare a poker online negli Stati Uniti in modo legale, sicuro e protetto

Come giocare a poker online negli Stati Uniti in modo legale, sicuro e protetto?

Con una storia lunga più di vent'anni, non si può negare che il poker online abbia un potere di resistenza. E grazie a montepremi garantiti da record, promozioni allettanti, software innovativi e supporto mobile, l'industria è nel bel mezzo di un'altra rinascita. In altre parole, non c'è momento migliore per iniziare a giocare a Texas Hold'em e ad altre varianti del poker online.

Data la rinascita del poker online, non sorprende che i potenziali giocatori abbiano un sacco di domande. Se ti stai chiedendo se è legale giocare a poker online con soldi veri, sei in buona compagnia. Continuate a leggere mentre esploriamo le leggi che circondano il più grande gioco di carte del mondo.

Il poker online è legale?

Il fatto che il poker sia legale o meno dipende in gran parte dal luogo in cui si vive. Mentre alcuni paesi come il Regno Unito regolamentano tutte le forme di gioco d'azzardo online, così i cittadini possono giocare in modo sicuro e i governi legali di altre nazioni hanno adottato l'approccio opposto. Ad esempio, la legge australiana proibisce effettivamente alle sale da poker online di operare all'interno dei confini del paese.

Eppure, anche in Australia, che è nota per le sue leggi relativamente severe sul gioco d'azzardo online, non ci sono sanzioni per i giocatori che giocano a poker con soldi veri online. Piuttosto sono le sale da poker online e gli operatori di casinò che potrebbero essere multati per aver offerto illegalmente i loro servizi agli australiani. In altre parole, non c'è alcun rischio per i giocatori a condizione che scelgano una rispettabile poker room online internazionale. Questo tende ad essere vero nella maggior parte dei paesi che non sono particolarmente amichevoli con il gioco d'azzardo online.

In Canada, diverse province gestiscono i loro casinò online e le sale da poker, ma questi sono aperti solo ai residenti canadesi. Questo significa che mentre gli americani sono i benvenuti a giocare a Texas Hold'em di persona nei casinò di Montreal, Niagara Falls o Vancouver, non possono accedere a nessuna delle sale da poker online con licenza provinciale del paese.

La situazione legale del poker online negli Stati Uniti è unica nel suo genere. Se sei americano, hai meno opzioni legali rispetto alle tue controparti britanniche, ma il governo non si aspetta che tu stia in disparte come i fan del poker Down Under. Il fatto è che ci sono diversi grandi siti di poker disponibili per i giocatori americani in questo momento, come discuteremo qui di seguito.

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

La posizione legale del poker online negli Stati Uniti non è in bianco e nero. Anche così, non dovrete assumere un avvocato per dare un senso alle regole. Certo, con 50 stati dell'Unione, ognuno con le proprie leggi e regolamenti federali con cui confrontarsi, le regole hanno il potenziale di creare confusione in superficie. Fortunatamente, siamo qui per far luce sulla situazione.

Prima di concedervi una breve lezione di storia, se siete interessati a giocare a poker online gratis, la risposta alla domanda "il poker online è legale?" è sempre un sonoro sì. Come spiegheremo a breve, le leggi che circondano il gioco d'azzardo online hanno più a che fare con gli aspetti finanziari del poker che con il gioco stesso.

Tuttavia, se stai cercando di determinare se è legale giocare a poker online con soldi veri, è probabile che la risposta ti piacerà, indipendentemente dal luogo in cui risiedi.

Una brevissima storia del poker online americano

Quando alla fine degli anni '90 sono stati lanciati i primi siti di poker online, Internet era un luogo molto diverso da quello attuale. Le vecchie regole e leggi non venivano più applicate o semplicemente non venivano fatte rispettare, data la natura selvaggia di internet.

Quando Chris Moneymaker ha vinto il Main Event WSOP del 2003 dopo essersi qualificato per il suo posto in un sito di poker su internet, gli operatori dei casinò di Las Vegas e Atlantic City hanno iniziato a preoccuparsi. I casinò online e le sale da poker alla fine li avrebbero messi fuori gioco? Una destinazione come Las Vegas potrebbe davvero competere con la convenienza di giocare su PC o Mac nel 21° secolo? Piuttosto che innovare, hanno fatto quello che fa qualsiasi industria che teme l'estinzione. Hanno assunto lobbisti per legiferare sulla concorrenza fuori dal mercato.

Nel settembre 2006, la Camera e il Senato degli Stati Uniti hanno approvato l'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) apparentemente dal nulla. È interessante notare che l'UIGEA è stato aggiunto all'ultimo minuto al Safe Ports Act proprio prima di una pausa congressuale. Non solo l'UIGEA non ha avuto nulla a che fare con la sicurezza dei porti, ma la legge non è stata discussa. Diversi senatori hanno ammesso in seguito di non essersi nemmeno resi conto di aver votato per la legislazione non correlata. Come vedremo più avanti, l'UIGEA avrebbe cambiato il gioco, almeno temporaneamente.

Come giocare a poker online negli Stati Uniti in modo legale, sicuro e protetto

Come giocare a poker online negli Stati Uniti in modo legale, sicuro e protetto?

Con una storia lunga più di vent'anni, non si può negare che il poker online abbia un potere di resistenza. E grazie a montepremi garantiti da record, promozioni allettanti, software innovativi e supporto mobile, l'industria è nel bel mezzo di un'altra rinascita. In altre parole, non c'è momento migliore per iniziare a giocare a Texas Hold'em e ad altre varianti del poker online.

Data la rinascita del poker online, non sorprende che i potenziali giocatori abbiano un sacco di domande. Se ti stai chiedendo se è legale giocare a poker online con soldi veri, sei in buona compagnia. Continuate a leggere mentre esploriamo le leggi che circondano il più grande gioco di carte del mondo.

Il poker online è legale?

Il fatto che il poker sia legale o meno dipende in gran parte dal luogo in cui si vive. Mentre alcuni paesi come il Regno Unito regolamentano tutte le forme di gioco d'azzardo online, così i cittadini possono giocare in modo sicuro e i governi legali di altre nazioni hanno adottato l'approccio opposto. Ad esempio, la legge australiana proibisce effettivamente alle sale da poker online di operare all'interno dei confini del paese.

Eppure, anche in Australia, che è nota per le sue leggi relativamente severe sul gioco d'azzardo online, non ci sono sanzioni per i giocatori che giocano a poker con soldi veri online. Piuttosto sono le sale da poker online e gli operatori di casinò che potrebbero essere multati per aver offerto illegalmente i loro servizi agli australiani. In altre parole, non c'è alcun rischio per i giocatori a condizione che scelgano una rispettabile poker room online internazionale. Questo tende ad essere vero nella maggior parte dei paesi che non sono particolarmente amichevoli con il gioco d'azzardo online.

In Canada, diverse province gestiscono i loro casinò online e le sale da poker, ma questi sono aperti solo ai residenti canadesi. Questo significa che mentre gli americani sono i benvenuti a giocare a Texas Hold'em di persona nei casinò di Montreal, Niagara Falls o Vancouver, non possono accedere a nessuna delle sale da poker online con licenza provinciale del paese.

La situazione legale del poker online negli Stati Uniti è unica nel suo genere. Se sei americano, hai meno opzioni legali rispetto alle tue controparti britanniche, ma il governo non si aspetta che tu stia in disparte come i fan del poker Down Under. Il fatto è che ci sono diversi grandi siti di poker disponibili per i giocatori americani in questo momento, come discuteremo qui di seguito.

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

La posizione legale del poker online negli Stati Uniti non è in bianco e nero. Anche così, non dovrete assumere un avvocato per dare un senso alle regole. Certo, con 50 stati dell'Unione, ognuno con le proprie leggi e regolamenti federali con cui confrontarsi, le regole hanno il potenziale di creare confusione in superficie. Fortunatamente, siamo qui per far luce sulla situazione.

Prima di concedervi una breve lezione di storia, se siete interessati a giocare a poker online gratis, la risposta alla domanda "il poker online è legale?" è sempre un sonoro sì. Come spiegheremo a breve, le leggi che circondano il gioco d'azzardo online hanno più a che fare con gli aspetti finanziari del poker che con il gioco stesso.

Tuttavia, se stai cercando di determinare se è legale giocare a poker online con soldi veri, è probabile che la risposta ti piacerà, indipendentemente dal luogo in cui risiedi.

Una brevissima storia del poker online americano

Quando alla fine degli anni '90 sono stati lanciati i primi siti di poker online, Internet era un luogo molto diverso da quello attuale. Le vecchie regole e leggi non venivano più applicate o semplicemente non venivano fatte rispettare, data la natura selvaggia di internet.

Quando Chris Moneymaker ha vinto il Main Event WSOP del 2003 dopo essersi qualificato per il suo posto in un sito di poker su internet, gli operatori dei casinò di Las Vegas e Atlantic City hanno iniziato a preoccuparsi. I casinò online e le sale da poker alla fine li avrebbero messi fuori gioco? Una destinazione come Las Vegas potrebbe davvero competere con la convenienza di giocare su PC o Mac nel 21° secolo? Piuttosto che innovare, hanno fatto quello che fa qualsiasi industria che teme l'estinzione. Hanno assunto lobbisti per legiferare sulla concorrenza fuori dal mercato.

Nel settembre 2006, la Camera e il Senato degli Stati Uniti hanno approvato l'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) apparentemente dal nulla. È interessante notare che l'UIGEA è stato aggiunto all'ultimo minuto al Safe Ports Act proprio prima di una pausa congressuale. Non solo l'UIGEA non ha avuto nulla a che fare con la sicurezza dei porti, ma la legge non è stata discussa. Diversi senatori hanno ammesso in seguito di non essersi nemmeno resi conto di aver votato per la legislazione non correlata. Come vedremo più avanti, l'UIGEA avrebbe cambiato il gioco, almeno temporaneamente.

Come giocare a poker online negli Stati Uniti in modo legale, sicuro e protetto

Come giocare a poker online negli Stati Uniti in modo legale, sicuro e protetto?

Con una storia lunga più di vent'anni, non si può negare che il poker online abbia un potere di resistenza. E grazie a montepremi garantiti da record, promozioni allettanti, software innovativi e supporto mobile, l'industria è nel bel mezzo di un'altra rinascita. In altre parole, non c'è momento migliore per iniziare a giocare a Texas Hold'em e ad altre varianti del poker online.

Data la rinascita del poker online, non sorprende che i potenziali giocatori abbiano un sacco di domande. Se ti stai chiedendo se è legale giocare a poker online con soldi veri, sei in buona compagnia. Continuate a leggere mentre esploriamo le leggi che circondano il più grande gioco di carte del mondo.

Il poker online è legale?

Il fatto che il poker sia legale o meno dipende in gran parte dal luogo in cui si vive. Mentre alcuni paesi come il Regno Unito regolamentano tutte le forme di gioco d'azzardo online, così i cittadini possono giocare in modo sicuro e i governi legali di altre nazioni hanno adottato l'approccio opposto. Ad esempio, la legge australiana proibisce effettivamente alle sale da poker online di operare all'interno dei confini del paese.

Eppure, anche in Australia, che è nota per le sue leggi relativamente severe sul gioco d'azzardo online, non ci sono sanzioni per i giocatori che giocano a poker con soldi veri online. Piuttosto sono le sale da poker online e gli operatori di casinò che potrebbero essere multati per aver offerto illegalmente i loro servizi agli australiani. In altre parole, non c'è alcun rischio per i giocatori a condizione che scelgano una rispettabile poker room online internazionale. Questo tende ad essere vero nella maggior parte dei paesi che non sono particolarmente amichevoli con il gioco d'azzardo online.

In Canada, diverse province gestiscono i loro casinò online e le sale da poker, ma questi sono aperti solo ai residenti canadesi. Questo significa che mentre gli americani sono i benvenuti a giocare a Texas Hold'em di persona nei casinò di Montreal, Niagara Falls o Vancouver, non possono accedere a nessuna delle sale da poker online con licenza provinciale del paese.

La situazione legale del poker online negli Stati Uniti è unica nel suo genere. Se sei americano, hai meno opzioni legali rispetto alle tue controparti britanniche, ma il governo non si aspetta che tu stia in disparte come i fan del poker Down Under. Il fatto è che ci sono diversi grandi siti di poker disponibili per i giocatori americani in questo momento, come discuteremo qui di seguito.

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

La posizione legale del poker online negli Stati Uniti non è in bianco e nero. Anche così, non dovrete assumere un avvocato per dare un senso alle regole. Certo, con 50 stati dell'Unione, ognuno con le proprie leggi e regolamenti federali con cui confrontarsi, le regole hanno il potenziale di creare confusione in superficie. Fortunatamente, siamo qui per far luce sulla situazione.

Prima di concedervi una breve lezione di storia, se siete interessati a giocare a poker online gratis, la risposta alla domanda "il poker online è legale?" è sempre un sonoro sì. Come spiegheremo a breve, le leggi che circondano il gioco d'azzardo online hanno più a che fare con gli aspetti finanziari del poker che con il gioco stesso.

Tuttavia, se stai cercando di determinare se è legale giocare a poker online con soldi veri, è probabile che la risposta ti piacerà, indipendentemente dal luogo in cui risiedi.

Una brevissima storia del poker online americano

Quando alla fine degli anni '90 sono stati lanciati i primi siti di poker online, Internet era un luogo molto diverso da quello attuale. Le vecchie regole e leggi non venivano più applicate o semplicemente non venivano fatte rispettare, data la natura selvaggia di internet.

Quando Chris Moneymaker ha vinto il Main Event WSOP del 2003 dopo essersi qualificato per il suo posto in un sito di poker su internet, gli operatori dei casinò di Las Vegas e Atlantic City hanno iniziato a preoccuparsi. I casinò online e le sale da poker alla fine li avrebbero messi fuori gioco? Una destinazione come Las Vegas potrebbe davvero competere con la convenienza di giocare su PC o Mac nel 21° secolo? Piuttosto che innovare, hanno fatto quello che fa qualsiasi industria che teme l'estinzione. Hanno assunto lobbisti per legiferare sulla concorrenza fuori dal mercato.

Nel settembre 2006, la Camera e il Senato degli Stati Uniti hanno approvato l'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) apparentemente dal nulla. È interessante notare che l'UIGEA è stato aggiunto all'ultimo minuto al Safe Ports Act proprio prima di una pausa congressuale. Non solo l'UIGEA non ha avuto nulla a che fare con la sicurezza dei porti, ma la legge non è stata discussa. Diversi senatori hanno ammesso in seguito di non essersi nemmeno resi conto di aver votato per la legislazione non correlata. Come vedremo più avanti, l'UIGEA avrebbe cambiato il gioco, almeno temporaneamente.

Conoscere l'UIGEA

L'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) è una legge controversa e ampiamente fraintesa

L'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) è una legge controversa e ampiamente fraintesa che ha modificato il panorama del poker online più di dieci anni fa. Questo atto legislativo statunitense è stato firmato dal presidente George W. Bush il 16 ottobre 2006, ma è entrato in vigore solo il 12 gennaio 2009, il giorno prima dell'insediamento del presidente Barack Obama.

Mentre molti giocatori credono che l'UIGEA proibisca ai residenti statunitensi di giocare a poker online, si sbagliano. Quello che l'UIGEA in realtà fa è proibire alle aziende di gioco d'azzardo di accettare pagamenti. La legge copre cinque diversi sistemi di pagamento, vale a dire i sistemi di compensazione, i sistemi di carte di credito, i sistemi di incasso assegni, i sistemi di bonifico bancario e le imprese che trasmettono denaro.

Considerando che la maggior parte delle sale da poker online che hanno servito il mercato americano nel 2009 hanno operato da paesi al di fuori degli Stati Uniti, l'onere maggiore dell'UIGEA è stato per le istituzioni finanziarie statunitensi. La legislazione ha effettivamente imposto alle banche e ai processori di pagamento l'onere di controllare e bloccare le transazioni di poker online.

In breve, l'UIGEA non fa alcun riferimento al poker online, né mira a sorvegliare il gioco d'azzardo online. A parte gli aspetti finanziari, la legislazione ha poco da dire sull'effettivo gioco del poker online. Per quanto riguarda questa legge, non c'è nessuna proscrizione per visitare un sito di poker online negli Stati Uniti. A meno che tu non gestisca una banca o non abbia intenzione di aprire una propria poker room online, è probabile che non ti importi molto dell'UIGEA.

Anche nelle giurisdizioni in cui lo status del poker online legale è discutibile, effettuare un deposito generalmente non viola alcuna regola. Anche in questo caso, le leggi federali degli Stati Uniti riguardano i processori di pagamento e i casinò stessi. La cosa più importante è che nessun giocatore americano è mai stato accusato o multato per aver giocato in una sala da poker online.

Grazie alla comparsa delle valute criptate, è possibile depositare e prelevare denaro senza doversi affidare ai sistemi di pagamento elencati nell'UIGEA. Infatti, alcuni dei più noti siti di poker statunitensi accettare bitcoin e decine di altri metodi di pagamento a catena.

Il Venerdì Nero e le conseguenze

Il Venerdì Nero è il giorno in cui il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha sequestrato i domini Internet

Nessuna discussione sul poker online legale sarebbe completa senza menzionare il Venerdì Nero. Nel caso ci sia confusione, non ci riferiamo al venerdì dopo il Ringraziamento, dove orde di acquirenti si mettono in fila al supermercato locale prima dell'alba per combattere tra di loro per le offerte di door crasher. Piuttosto, il Venerdì Nero è il giorno in cui il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha sequestrato i domini internet dei principali siti di gioco d'azzardo online e li ha sostituiti con avvisi di rimozione. La mossa è avvenuta sulla scia di una sentenza negli Stati Uniti contro Scheinberg, che ha scoperto che le tre maggiori compagnie di poker online hanno violato l'UIGEA.

In definitiva, i siti di poker più noti al mondo o si sono ritirati dal mercato statunitense o hanno cessato del tutto l'attività. Ad oggi, WPN è l'unica rete di poker che si è ritirata dal mercato americano, ha rimborsato tutti i giocatori e ha fatto ritorno con successo sul mercato americano. WPN gestisce attualmente diversi siti, tra cui Americas Cardroom.

In quali stati il poker online è legale?

In quali stati il poker online è legale?

Se si considera quanto sia popolare il Texas Hold'em, non dovrebbe sorprendere che diversi stati americani siano saltati sul carro del poker su internet. Mentre è bello fingere che i legislatori statali stiano dando ai loro cittadini esattamente quello che vogliono, la realtà è molto più cinica. La ragione per cui il New Jersey, il Delaware e il Nevada ora concedono la licenza per i siti di poker online è dovuta al successo delle lobby dell'industria del gioco d'azzardo e al fatto che gli stati sono affamati di entrate.

Mentre i residenti del New Jersey, del Delaware e del Nevada possono trovare siti di poker online con licenza nazionale, i giocatori seri continuano a cercare siti offshore. La verità è che le sale da poker online locali hanno delle limitazioni. Generalmente, i giocatori devono risiedere nello stato per registrarsi e giocare. Anche se questo potrebbe non sembrare un peso in sé, spesso finisce per limitare il pool di giocatori e la selezione dei giochi. Anche se i tre stati americani che regolano il poker online hanno firmato un contratto per combinare i loro giocatori, i numeri sono in grave ritardo rispetto a quelli disponibili a livello internazionale.

Se sei un nuovo giocatore alla ricerca di incentivi per iscriverti o semplicemente come premi in corso e promozioni creative, i siti di poker offshore tendono ad essere molto più generosi e complessivamente innovativi. Le poker room internazionali più durature rispettano la vostra privacy e l'anonimato più delle loro controparti statunitensi. L'unico problema, almeno per quanto riguarda i giocatori, è se i siti permetteranno ai residenti del New Jersey, Delaware e Nevada di giocare con soldi veri.

Perché il poker online legale è distinto

Legalmente parlando, il poker si differenzia da altri popolari giochi da casinò come le slot, il blackjack e la roulette in due modi significativi. In primo luogo, il poker online ha evidenti elementi di abilità. Se hai mai giocato a poker, sai che il tuo successo ai tavoli non è solo una questione di casualità come nella maggior parte dei giochi di casinò. In altre parole, il poker non è puro gioco d'azzardo. Il successo ai tavoli richiede più della fortuna dell'estrazione. Avrete bisogno di una conoscenza approfondita del gioco, della disciplina e della capacità di dimensionare i vostri avversari se volete essere dei professionisti del poker. Questo è importante perché molte giurisdizioni che vietano i giochi d'azzardo permettono giochi di abilità, anche se questi ultimi sono regolamentati.

In secondo luogo, quando visiterete uno dei migliori siti di poker degli Stati Uniti, giocherete contro veri giocatori umani piuttosto che contro la casa. Questa è una distinzione importante perché i siti di poker online legali esistono solo per fornire un luogo virtuale dove i giocatori possono competere l'uno contro l'altro. Non hanno alcun interesse a vincere o perdere.

Ad esempio, se si vive in California e si gioca in un sito di poker online autorizzato a Panama contro giocatori provenienti dalla Francia, chi può dire dove si svolge realmente il gioco? Gli studiosi di legge, gli esperti di computer e i filosofi possono discutere a lungo se il gioco si svolge in America Centrale, negli Stati Uniti, in Europa o in tutti e tre i paesi, ma siamo abbastanza sicuri che tu voglia solo divertirti giocando a poker. Naturalmente, questa cosiddetta area grigia dissuade pochissime persone dal divertirsi a giocare a poker con soldi veri online.

Conoscere l'UIGEA

L'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) è una legge controversa e ampiamente fraintesa

L'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) è una legge controversa e ampiamente fraintesa che ha modificato il panorama del poker online più di dieci anni fa. Questo atto legislativo statunitense è stato firmato dal presidente George W. Bush il 16 ottobre 2006, ma è entrato in vigore solo il 12 gennaio 2009, il giorno prima dell'insediamento del presidente Barack Obama.

Mentre molti giocatori credono che l'UIGEA proibisca ai residenti statunitensi di giocare a poker online, si sbagliano. Quello che l'UIGEA in realtà fa è proibire alle aziende di gioco d'azzardo di accettare pagamenti. La legge copre cinque diversi sistemi di pagamento, vale a dire i sistemi di compensazione, i sistemi di carte di credito, i sistemi di incasso assegni, i sistemi di bonifico bancario e le imprese che trasmettono denaro.

Considerando che la maggior parte delle sale da poker online che hanno servito il mercato americano nel 2009 hanno operato da paesi al di fuori degli Stati Uniti, l'onere maggiore dell'UIGEA è stato per le istituzioni finanziarie statunitensi. La legislazione ha effettivamente imposto alle banche e ai processori di pagamento l'onere di controllare e bloccare le transazioni di poker online.

In breve, l'UIGEA non fa alcun riferimento al poker online, né mira a sorvegliare il gioco d'azzardo online. A parte gli aspetti finanziari, la legislazione ha poco da dire sull'effettivo gioco del poker online. Per quanto riguarda questa legge, non c'è nessuna proscrizione per visitare un sito di poker online negli Stati Uniti. A meno che tu non gestisca una banca o non abbia intenzione di aprire una propria poker room online, è probabile che non ti importi molto dell'UIGEA.

Anche nelle giurisdizioni in cui lo status del poker online legale è discutibile, effettuare un deposito generalmente non viola alcuna regola. Anche in questo caso, le leggi federali degli Stati Uniti riguardano i processori di pagamento e i casinò stessi. La cosa più importante è che nessun giocatore americano è mai stato accusato o multato per aver giocato in una sala da poker online.

Grazie alla comparsa delle valute criptate, è possibile depositare e prelevare denaro senza doversi affidare ai sistemi di pagamento elencati nell'UIGEA. Infatti, alcuni dei più noti siti di poker statunitensi accettare bitcoin e decine di altri metodi di pagamento a catena.

Il Venerdì Nero e le conseguenze

Il Venerdì Nero è il giorno in cui il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha sequestrato i domini Internet

Nessuna discussione sul poker online legale sarebbe completa senza menzionare il Venerdì Nero. Nel caso ci sia confusione, non ci riferiamo al venerdì dopo il Ringraziamento, dove orde di acquirenti si mettono in fila al supermercato locale prima dell'alba per combattere tra di loro per le offerte di door crasher. Piuttosto, il Venerdì Nero è il giorno in cui il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha sequestrato i domini internet dei principali siti di gioco d'azzardo online e li ha sostituiti con avvisi di rimozione. La mossa è avvenuta sulla scia di una sentenza negli Stati Uniti contro Scheinberg, che ha scoperto che le tre maggiori compagnie di poker online hanno violato l'UIGEA.

In definitiva, i siti di poker più noti al mondo o si sono ritirati dal mercato statunitense o hanno cessato del tutto l'attività. Ad oggi, WPN è l'unica rete di poker che si è ritirata dal mercato americano, ha rimborsato tutti i giocatori e ha fatto ritorno con successo sul mercato americano. WPN gestisce attualmente diversi siti, tra cui Americas Cardroom.

In quali stati il poker online è legale?

In quali stati il poker online è legale?

Se si considera quanto sia popolare il Texas Hold'em, non dovrebbe sorprendere che diversi stati americani siano saltati sul carro del poker su internet. Mentre è bello fingere che i legislatori statali stiano dando ai loro cittadini esattamente quello che vogliono, la realtà è molto più cinica. La ragione per cui il New Jersey, il Delaware e il Nevada ora concedono la licenza per i siti di poker online è dovuta al successo delle lobby dell'industria del gioco d'azzardo e al fatto che gli stati sono affamati di entrate.

Mentre i residenti del New Jersey, del Delaware e del Nevada possono trovare siti di poker online con licenza nazionale, i giocatori seri continuano a cercare siti offshore. La verità è che le sale da poker online locali hanno delle limitazioni. Generalmente, i giocatori devono risiedere nello stato per registrarsi e giocare. Anche se questo potrebbe non sembrare un peso in sé, spesso finisce per limitare il pool di giocatori e la selezione dei giochi. Anche se i tre stati americani che regolano il poker online hanno firmato un contratto per combinare i loro giocatori, i numeri sono in grave ritardo rispetto a quelli disponibili a livello internazionale.

Se sei un nuovo giocatore alla ricerca di incentivi per iscriverti o semplicemente come premi in corso e promozioni creative, i siti di poker offshore tendono ad essere molto più generosi e complessivamente innovativi. Le poker room internazionali più durature rispettano la vostra privacy e l'anonimato più delle loro controparti statunitensi. L'unico problema, almeno per quanto riguarda i giocatori, è se i siti permetteranno ai residenti del New Jersey, Delaware e Nevada di giocare con soldi veri.

Perché il poker online legale è distinto

Legalmente parlando, il poker si differenzia da altri popolari giochi da casinò come le slot, il blackjack e la roulette in due modi significativi. In primo luogo, il poker online ha evidenti elementi di abilità. Se hai mai giocato a poker, sai che il tuo successo ai tavoli non è solo una questione di casualità come nella maggior parte dei giochi di casinò. In altre parole, il poker non è puro gioco d'azzardo. Il successo ai tavoli richiede più della fortuna dell'estrazione. Avrete bisogno di una conoscenza approfondita del gioco, della disciplina e della capacità di dimensionare i vostri avversari se volete essere dei professionisti del poker. Questo è importante perché molte giurisdizioni che vietano i giochi d'azzardo permettono giochi di abilità, anche se questi ultimi sono regolamentati.

In secondo luogo, quando visiterete uno dei migliori siti di poker degli Stati Uniti, giocherete contro veri giocatori umani piuttosto che contro la casa. Questa è una distinzione importante perché i siti di poker online legali esistono solo per fornire un luogo virtuale dove i giocatori possono competere l'uno contro l'altro. Non hanno alcun interesse a vincere o perdere.

Ad esempio, se si vive in California e si gioca in un sito di poker online autorizzato a Panama contro giocatori provenienti dalla Francia, chi può dire dove si svolge realmente il gioco? Gli studiosi di legge, gli esperti di computer e i filosofi possono discutere a lungo se il gioco si svolge in America Centrale, negli Stati Uniti, in Europa o in tutti e tre i paesi, ma siamo abbastanza sicuri che tu voglia solo divertirti giocando a poker. Naturalmente, questa cosiddetta area grigia dissuade pochissime persone dal divertirsi a giocare a poker con soldi veri online.

Conoscere l'UIGEA

L'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) è una legge controversa e ampiamente fraintesa

L'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) è una legge controversa e ampiamente fraintesa che ha modificato il panorama del poker online più di dieci anni fa. Questo atto legislativo statunitense è stato firmato dal presidente George W. Bush il 16 ottobre 2006, ma è entrato in vigore solo il 12 gennaio 2009, il giorno prima dell'insediamento del presidente Barack Obama.

Mentre molti giocatori credono che l'UIGEA proibisca ai residenti statunitensi di giocare a poker online, si sbagliano. Quello che l'UIGEA in realtà fa è proibire alle aziende di gioco d'azzardo di accettare pagamenti. La legge copre cinque diversi sistemi di pagamento, vale a dire i sistemi di compensazione, i sistemi di carte di credito, i sistemi di incasso assegni, i sistemi di bonifico bancario e le imprese che trasmettono denaro.

Considerando che la maggior parte delle sale da poker online che hanno servito il mercato americano nel 2009 hanno operato da paesi al di fuori degli Stati Uniti, l'onere maggiore dell'UIGEA è stato per le istituzioni finanziarie statunitensi. La legislazione ha effettivamente imposto alle banche e ai processori di pagamento l'onere di controllare e bloccare le transazioni di poker online.

In breve, l'UIGEA non fa alcun riferimento al poker online, né mira a sorvegliare il gioco d'azzardo online. A parte gli aspetti finanziari, la legislazione ha poco da dire sull'effettivo gioco del poker online. Per quanto riguarda questa legge, non c'è nessuna proscrizione per visitare un sito di poker online negli Stati Uniti. A meno che tu non gestisca una banca o non abbia intenzione di aprire una propria poker room online, è probabile che non ti importi molto dell'UIGEA.

Anche nelle giurisdizioni in cui lo status del poker online legale è discutibile, effettuare un deposito generalmente non viola alcuna regola. Anche in questo caso, le leggi federali degli Stati Uniti riguardano i processori di pagamento e i casinò stessi. La cosa più importante è che nessun giocatore americano è mai stato accusato o multato per aver giocato in una sala da poker online.

Grazie alla comparsa delle valute criptate, è possibile depositare e prelevare denaro senza doversi affidare ai sistemi di pagamento elencati nell'UIGEA. Infatti, alcuni dei più noti siti di poker statunitensi accettare bitcoin e decine di altri metodi di pagamento a catena.

Il Venerdì Nero e le conseguenze

Il Venerdì Nero è il giorno in cui il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha sequestrato i domini Internet

Nessuna discussione sul poker online legale sarebbe completa senza menzionare il Venerdì Nero. Nel caso ci sia confusione, non ci riferiamo al venerdì dopo il Ringraziamento, dove orde di acquirenti si mettono in fila al supermercato locale prima dell'alba per combattere tra di loro per le offerte di door crasher. Piuttosto, il Venerdì Nero è il giorno in cui il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha sequestrato i domini internet dei principali siti di gioco d'azzardo online e li ha sostituiti con avvisi di rimozione. La mossa è avvenuta sulla scia di una sentenza negli Stati Uniti contro Scheinberg, che ha scoperto che le tre maggiori compagnie di poker online hanno violato l'UIGEA.

In definitiva, i siti di poker più noti al mondo o si sono ritirati dal mercato statunitense o hanno cessato del tutto l'attività. Ad oggi, WPN è l'unica rete di poker che si è ritirata dal mercato americano, ha rimborsato tutti i giocatori e ha fatto ritorno con successo sul mercato americano. WPN gestisce attualmente diversi siti, tra cui Americas Cardroom.

In quali stati il poker online è legale?

In quali stati il poker online è legale?

Se si considera quanto sia popolare il Texas Hold'em, non dovrebbe sorprendere che diversi stati americani siano saltati sul carro del poker su internet. Mentre è bello fingere che i legislatori statali stiano dando ai loro cittadini esattamente quello che vogliono, la realtà è molto più cinica. La ragione per cui il New Jersey, il Delaware e il Nevada ora concedono la licenza per i siti di poker online è dovuta al successo delle lobby dell'industria del gioco d'azzardo e al fatto che gli stati sono affamati di entrate.

Mentre i residenti del New Jersey, del Delaware e del Nevada possono trovare siti di poker online con licenza nazionale, i giocatori seri continuano a cercare siti offshore. La verità è che le sale da poker online locali hanno delle limitazioni. Generalmente, i giocatori devono risiedere nello stato per registrarsi e giocare. Anche se questo potrebbe non sembrare un peso in sé, spesso finisce per limitare il pool di giocatori e la selezione dei giochi. Anche se i tre stati americani che regolano il poker online hanno firmato un contratto per combinare i loro giocatori, i numeri sono in grave ritardo rispetto a quelli disponibili a livello internazionale.

Se sei un nuovo giocatore alla ricerca di incentivi per iscriverti o semplicemente come premi in corso e promozioni creative, i siti di poker offshore tendono ad essere molto più generosi e complessivamente innovativi. Le poker room internazionali più durature rispettano la vostra privacy e l'anonimato più delle loro controparti statunitensi. L'unico problema, almeno per quanto riguarda i giocatori, è se i siti permetteranno ai residenti del New Jersey, Delaware e Nevada di giocare con soldi veri.

Perché il poker online legale è distinto

Legalmente parlando, il poker si differenzia da altri popolari giochi da casinò come le slot, il blackjack e la roulette in due modi significativi. In primo luogo, il poker online ha evidenti elementi di abilità. Se hai mai giocato a poker, sai che il tuo successo ai tavoli non è solo una questione di casualità come nella maggior parte dei giochi di casinò. In altre parole, il poker non è puro gioco d'azzardo. Il successo ai tavoli richiede più della fortuna dell'estrazione. Avrete bisogno di una conoscenza approfondita del gioco, della disciplina e della capacità di dimensionare i vostri avversari se volete essere dei professionisti del poker. Questo è importante perché molte giurisdizioni che vietano i giochi d'azzardo permettono giochi di abilità, anche se questi ultimi sono regolamentati.

In secondo luogo, quando visiterete uno dei migliori siti di poker degli Stati Uniti, giocherete contro veri giocatori umani piuttosto che contro la casa. Questa è una distinzione importante perché i siti di poker online legali esistono solo per fornire un luogo virtuale dove i giocatori possono competere l'uno contro l'altro. Non hanno alcun interesse a vincere o perdere.

Ad esempio, se si vive in California e si gioca in un sito di poker online autorizzato a Panama contro giocatori provenienti dalla Francia, chi può dire dove si svolge realmente il gioco? Gli studiosi di legge, gli esperti di computer e i filosofi possono discutere a lungo se il gioco si svolge in America Centrale, negli Stati Uniti, in Europa o in tutti e tre i paesi, ma siamo abbastanza sicuri che tu voglia solo divertirti giocando a poker. Naturalmente, questa cosiddetta area grigia dissuade pochissime persone dal divertirsi a giocare a poker con soldi veri online.

Depositare legalmente in un sito di poker dagli Stati Uniti

Date le diverse norme e regolamenti che circondano il gioco d'azzardo online, i giocatori di poker spesso hanno difficoltà a portare i loro soldi al tavolo. I gestori di carte di credito spesso rifiutano i depositi presso siti di poker affidabili, anche in giurisdizioni dove il poker online è perfettamente legale. I giocatori che si affidano ai bonifici bancari per finanziare il loro bankroll o per ricevere le loro vincite spesso si trovano ad affrontare un'ingiustificata marea di domande da parte delle loro istituzioni finanziarie insieme a enormi ritardi. Il popolare servizio di pagamento PayPal non solo impedisce ai giocatori americani di utilizzare i loro conti per giocare a poker, ma si rifiutano di fare affari con qualsiasi casinò o sala da poker che accolga i giocatori americani.

Il denaro nel gioco offrendo decine di opzioni di criptovaluta.

Fortunatamente, alcune delle migliori poker room hanno trovato una soluzione a questi problemi finanziari. Popolare sito di poker rivolto agli Stati Uniti Americas Cardroom rende facile per gli americani e per tutti gli altri di ottenere i loro soldi nel gioco offrendo dozzine di opzioni di criptovaluta. Anche se il sito offre una serie di opzioni di deposito tradizionali come le carte di credito, la maggior parte dei giocatori preferisce Bitcoin o una delle altre crittografie supportate.

Con le valute criptate, è possibile ottenere facilmente i vostri soldi nel gioco in pochi minuti senza sacrificare la vostra sicurezza o la vostra privacy. Ciò che è ancora meglio è che potete anche essere pagati in modo rapido e sicuro. Come discusso in precedenza, le valute crittografiche non violano le normative statunitensi che hanno causato l'uscita di molti siti di gioco online dal mercato americano.

Considerazioni fiscali dove il poker è legale

Considerazioni fiscali dove il poker è legale

Sia che giochiate a livello professionale o ricreativo, le vostre vincite al poker possono essere soggette a tasse. Se sei residente negli Stati Uniti, potresti essere soggetto a tasse federali e statali. Se vinci regolarmente, è saggio consultare un commercialista o un altro professionista fiscale. Il tuo commercialista può aiutarti a decidere se presentarti come un giocatore d'azzardo amatoriale o professionista.

Tieni presente che i siti di poker online situati al di fuori degli Stati Uniti in genere non rilasciano documenti cartacei o forniscono moduli per le tasse. Dovrete tenere i vostri registri delle vincite e delle perdite a fini fiscali. Se ti presenti come professionista, potresti avere diritto a detrarre le tue perdite e le altre spese. Anche se le tasse potrebbero sembrare un onere che riduce il gioco, non è certo la fine del mondo. Se dovete dare un taglio all'IRS, significa che siete in attivo, tanto per cominciare.

Le norme fiscali degli altri paesi sono diverse da quelle degli Stati Uniti. Ad esempio, i giocatori britannici non pagano le tasse sulle vincite dei casinò, ma gli stabilimenti pagano un'imposta del 15% sui loro guadagni. In Canada, i giocatori di poker in genere non pagano tasse sulle vincite del poker a meno che non sia la loro principale fonte di reddito.

Depositare legalmente in un sito di poker dagli Stati Uniti

Date le diverse norme e regolamenti che circondano il gioco d'azzardo online, i giocatori di poker spesso hanno difficoltà a portare i loro soldi al tavolo. I gestori di carte di credito spesso rifiutano i depositi presso siti di poker affidabili, anche in giurisdizioni dove il poker online è perfettamente legale. I giocatori che si affidano ai bonifici bancari per finanziare il loro bankroll o per ricevere le loro vincite spesso si trovano ad affrontare un'ingiustificata marea di domande da parte delle loro istituzioni finanziarie insieme a enormi ritardi. Il popolare servizio di pagamento PayPal non solo impedisce ai giocatori americani di utilizzare i loro conti per giocare a poker, ma si rifiutano di fare affari con qualsiasi casinò o sala da poker che accolga i giocatori americani.

Il denaro nel gioco offrendo decine di opzioni di criptovaluta.

Fortunatamente, alcune delle migliori poker room hanno trovato una soluzione a questi problemi finanziari. Popolare sito di poker rivolto agli Stati Uniti Americas Cardroom rende facile per gli americani e per tutti gli altri di ottenere i loro soldi nel gioco offrendo dozzine di opzioni di criptovaluta. Anche se il sito offre una serie di opzioni di deposito tradizionali come le carte di credito, la maggior parte dei giocatori preferisce Bitcoin o una delle altre crittografie supportate.

Con le valute criptate, è possibile ottenere facilmente i vostri soldi nel gioco in pochi minuti senza sacrificare la vostra sicurezza o la vostra privacy. Ciò che è ancora meglio è che potete anche essere pagati in modo rapido e sicuro. Come discusso in precedenza, le valute crittografiche non violano le normative statunitensi che hanno causato l'uscita di molti siti di gioco online dal mercato americano.

Considerazioni fiscali dove il poker è legale

Considerazioni fiscali dove il poker è legale

Sia che giochiate a livello professionale o ricreativo, le vostre vincite al poker possono essere soggette a tasse. Se sei residente negli Stati Uniti, potresti essere soggetto a tasse federali e statali. Se vinci regolarmente, è saggio consultare un commercialista o un altro professionista fiscale. Il tuo commercialista può aiutarti a decidere se presentarti come un giocatore d'azzardo amatoriale o professionista.

Tieni presente che i siti di poker online situati al di fuori degli Stati Uniti in genere non rilasciano documenti cartacei o forniscono moduli per le tasse. Dovrete tenere i vostri registri delle vincite e delle perdite a fini fiscali. Se ti presenti come professionista, potresti avere diritto a detrarre le tue perdite e le altre spese. Anche se le tasse potrebbero sembrare un onere che riduce il gioco, non è certo la fine del mondo. Se dovete dare un taglio all'IRS, significa che siete in attivo, tanto per cominciare.

Le norme fiscali degli altri paesi sono diverse da quelle degli Stati Uniti. Ad esempio, i giocatori britannici non pagano le tasse sulle vincite dei casinò, ma gli stabilimenti pagano un'imposta del 15% sui loro guadagni. In Canada, i giocatori di poker in genere non pagano tasse sulle vincite del poker a meno che non sia la loro principale fonte di reddito.

Depositare legalmente in un sito di poker dagli Stati Uniti

Date le diverse norme e regolamenti che circondano il gioco d'azzardo online, i giocatori di poker spesso hanno difficoltà a portare i loro soldi al tavolo. I gestori di carte di credito spesso rifiutano i depositi presso siti di poker affidabili, anche in giurisdizioni dove il poker online è perfettamente legale. I giocatori che si affidano ai bonifici bancari per finanziare il loro bankroll o per ricevere le loro vincite spesso si trovano ad affrontare un'ingiustificata marea di domande da parte delle loro istituzioni finanziarie insieme a enormi ritardi. Il popolare servizio di pagamento PayPal non solo impedisce ai giocatori americani di utilizzare i loro conti per giocare a poker, ma si rifiutano di fare affari con qualsiasi casinò o sala da poker che accolga i giocatori americani.

Il denaro nel gioco offrendo decine di opzioni di criptovaluta.

Fortunatamente, alcune delle migliori poker room hanno trovato una soluzione a questi problemi finanziari. Popolare sito di poker rivolto agli Stati Uniti Americas Cardroom rende facile per gli americani e per tutti gli altri di ottenere i loro soldi nel gioco offrendo dozzine di opzioni di criptovaluta. Anche se il sito offre una serie di opzioni di deposito tradizionali come le carte di credito, la maggior parte dei giocatori preferisce Bitcoin o una delle altre crittografie supportate.

Con le valute criptate, è possibile ottenere facilmente i vostri soldi nel gioco in pochi minuti senza sacrificare la vostra sicurezza o la vostra privacy. Ciò che è ancora meglio è che potete anche essere pagati in modo rapido e sicuro. Come discusso in precedenza, le valute crittografiche non violano le normative statunitensi che hanno causato l'uscita di molti siti di gioco online dal mercato americano.

Considerazioni fiscali dove il poker è legale

Considerazioni fiscali dove il poker è legale

Sia che giochiate a livello professionale o ricreativo, le vostre vincite al poker possono essere soggette a tasse. Se sei residente negli Stati Uniti, potresti essere soggetto a tasse federali e statali. Se vinci regolarmente, è saggio consultare un commercialista o un altro professionista fiscale. Il tuo commercialista può aiutarti a decidere se presentarti come un giocatore d'azzardo amatoriale o professionista.

Tieni presente che i siti di poker online situati al di fuori degli Stati Uniti in genere non rilasciano documenti cartacei o forniscono moduli per le tasse. Dovrete tenere i vostri registri delle vincite e delle perdite a fini fiscali. Se ti presenti come professionista, potresti avere diritto a detrarre le tue perdite e le altre spese. Anche se le tasse potrebbero sembrare un onere che riduce il gioco, non è certo la fine del mondo. Se dovete dare un taglio all'IRS, significa che siete in attivo, tanto per cominciare.

Le norme fiscali degli altri paesi sono diverse da quelle degli Stati Uniti. Ad esempio, i giocatori britannici non pagano le tasse sulle vincite dei casinò, ma gli stabilimenti pagano un'imposta del 15% sui loro guadagni. In Canada, i giocatori di poker in genere non pagano tasse sulle vincite del poker a meno che non sia la loro principale fonte di reddito.

Si può giocare a poker online per soldi?

Sia che viviate negli Stati Uniti o altrove, ci sono diversi siti di poker online molto quotati che offrono una vasta gamma di cash games e tornei.

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

Anche se le leggi sul gioco d'azzardo variano da stato a stato, non è difficile giocare a poker legalmente negli Stati Uniti. Se vivi in Nevada, Delaware o New Jersey, puoi trovare diverse opzioni legali in patria. Eppure ci sono siti internazionali affidabili che si rivolgono ai giocatori nella maggior parte delle regioni.

È legale giocare a Texas Hold'em online con soldi veri?

Sia che viviate negli Stati Uniti o altrove, ci sono molte ottime sale da poker online che vi permettono di godervi il Texas Hold'em e altre varianti di poker legalmente. Tutti i migliori siti ti permettono di giocare per divertimento o per soldi veri.

I siti di poker online accettano la valuta statunitense?

Tutte le principali sale da poker su internet danno il benvenuto alle valute americane. Poiché il dollaro USA è la valuta più popolare al mondo, i giochi sono quasi sempre denominati in USD.

Cosa devo cercare quando scelgo un sito di poker online?

Si consiglia di scegliere una poker room con una lunga esperienza. Dovrete anche considerare la selezione dei giochi, la qualità del cliente di poker, le promozioni, il servizio clienti e il bonus di benvenuto. Assicuratevi sempre che il sito e il suo software siano certificati da un'agenzia accreditata.

Quali leggi si applicano al poker online negli Stati Uniti?

Il principale atto legislativo che riguarda il poker online negli Stati Uniti è l'UIGEA. L'UIGEA non parla della legalità del gioco del poker online, ma causa mal di testa alle istituzioni finanziarie in quanto impedisce loro di elaborare certi tipi di pagamenti.

Non è necessario che vi preoccupiate di questa legislazione a meno che non stiate pensando di aprire un casinò o una poker room al servizio dei giocatori americani. Potete saperne di più sull'UIGEA di cui sopra.

Qual è l'età legale per giocare a poker online?

L'età del gioco d'azzardo nella maggior parte degli Stati Uniti è di 21 anni. Mentre l'età della maggiore età in molti siti di poker globali è 18 anni, è necessario controllare l'accordo dell'utente per determinare se le leggi del proprio stato prevalgono sulle regole internazionali. Non importa quanti anni hai, sii pronto a fornire un'identificazione valida al momento della registrazione o della certificazione del tuo account.

Si può giocare a poker online per soldi?

Sia che viviate negli Stati Uniti o altrove, ci sono diversi siti di poker online molto quotati che offrono una vasta gamma di cash games e tornei.

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

Anche se le leggi sul gioco d'azzardo variano da stato a stato, non è difficile giocare a poker legalmente negli Stati Uniti. Se vivi in Nevada, Delaware o New Jersey, puoi trovare diverse opzioni legali in patria. Eppure ci sono siti internazionali affidabili che si rivolgono ai giocatori nella maggior parte delle regioni.

È legale giocare a Texas Hold'em online con soldi veri?

Sia che viviate negli Stati Uniti o altrove, ci sono molte ottime sale da poker online che vi permettono di godervi il Texas Hold'em e altre varianti di poker legalmente. Tutti i migliori siti ti permettono di giocare per divertimento o per soldi veri.

I siti di poker online accettano la valuta statunitense?

Tutte le principali sale da poker su internet danno il benvenuto alle valute americane. Poiché il dollaro USA è la valuta più popolare al mondo, i giochi sono quasi sempre denominati in USD.

Cosa devo cercare quando scelgo un sito di poker online?

Si consiglia di scegliere una poker room con una lunga esperienza. Dovrete anche considerare la selezione dei giochi, la qualità del cliente di poker, le promozioni, il servizio clienti e il bonus di benvenuto. Assicuratevi sempre che il sito e il suo software siano certificati da un'agenzia accreditata.

Quali leggi si applicano al poker online negli Stati Uniti?

Il principale atto legislativo che riguarda il poker online negli Stati Uniti è l'UIGEA. L'UIGEA non parla della legalità del gioco del poker online, ma causa mal di testa alle istituzioni finanziarie in quanto impedisce loro di elaborare certi tipi di pagamenti.

Non è necessario che vi preoccupiate di questa legislazione a meno che non stiate pensando di aprire un casinò o una poker room al servizio dei giocatori americani. Potete saperne di più sull'UIGEA di cui sopra.

Qual è l'età legale per giocare a poker online?

L'età del gioco d'azzardo nella maggior parte degli Stati Uniti è di 21 anni. Mentre l'età della maggiore età in molti siti di poker globali è 18 anni, è necessario controllare l'accordo dell'utente per determinare se le leggi del proprio stato prevalgono sulle regole internazionali. Non importa quanti anni hai, sii pronto a fornire un'identificazione valida al momento della registrazione o della certificazione del tuo account.

Si può giocare a poker online per soldi?

Sia che viviate negli Stati Uniti o altrove, ci sono diversi siti di poker online molto quotati che offrono una vasta gamma di cash games e tornei.

Il poker online è legale negli Stati Uniti?

Anche se le leggi sul gioco d'azzardo variano da stato a stato, non è difficile giocare a poker legalmente negli Stati Uniti. Se vivi in Nevada, Delaware o New Jersey, puoi trovare diverse opzioni legali in patria. Eppure ci sono siti internazionali affidabili che si rivolgono ai giocatori nella maggior parte delle regioni.

È legale giocare a Texas Hold'em online con soldi veri?

Sia che viviate negli Stati Uniti o altrove, ci sono molte ottime sale da poker online che vi permettono di godervi il Texas Hold'em e altre varianti di poker legalmente. Tutti i migliori siti ti permettono di giocare per divertimento o per soldi veri.

I siti di poker online accettano la valuta statunitense?

Tutte le principali sale da poker su internet danno il benvenuto alle valute americane. Poiché il dollaro USA è la valuta più popolare al mondo, i giochi sono quasi sempre denominati in USD.

Cosa devo cercare quando scelgo un sito di poker online?

Si consiglia di scegliere una poker room con una lunga esperienza. Dovrete anche considerare la selezione dei giochi, la qualità del cliente di poker, le promozioni, il servizio clienti e il bonus di benvenuto. Assicuratevi sempre che il sito e il suo software siano certificati da un'agenzia accreditata.

Quali leggi si applicano al poker online negli Stati Uniti?

Il principale atto legislativo che riguarda il poker online negli Stati Uniti è l'UIGEA. L'UIGEA non parla della legalità del gioco del poker online, ma causa mal di testa alle istituzioni finanziarie in quanto impedisce loro di elaborare certi tipi di pagamenti.

Non è necessario che vi preoccupiate di questa legislazione a meno che non stiate pensando di aprire un casinò o una poker room al servizio dei giocatori americani. Potete saperne di più sull'UIGEA di cui sopra.

Qual è l'età legale per giocare a poker online?

L'età del gioco d'azzardo nella maggior parte degli Stati Uniti è di 21 anni. Mentre l'età della maggiore età in molti siti di poker globali è 18 anni, è necessario controllare l'accordo dell'utente per determinare se le leggi del proprio stato prevalgono sulle regole internazionali. Non importa quanti anni hai, sii pronto a fornire un'identificazione valida al momento della registrazione o della certificazione del tuo account.